Video 2016


sat mori

La S.A.T. Società Alpinisti Tridentini sezione di Mori organizza, per domenica 13 novembre 2016, la 1^ edizione della OXEEGO - STIVO ON THE ROCK Sky Marathon, gara di corsa in montagna di 35 km e 2.500 m D+.

La OXEEGO - STIVO ON THE ROCK Sky Marathon è una gara di corsa in montagna che si svolge in ambiente naturale, in una sola tappa, su percorso ad anello di 35 km e 2.500 m D+ , con partenza ed arrivo a Mori (TN).

La partenza è prevista il 13 novembre 2016 ad ore 8:30 da piazza Cal di Ponte, Mori. Il tracciato percorre le vie del paese attraversando “Mori vecchio” per poi imboccare il sentiero delle Trincee che porta al monte Nagià-Grom [787 m]. Di qui prosegue passando per l’abitato di Manzano prima e per il piccolo borgo di Corniano poi, fino a raggiungere il capitello di San Bernardo, dove il percorso prosegue portando in vetta al monte Biaena [1610 m]. Di qui scende verso Passo Bordala [1267 m] per poi risalire attraverso il sentiero dei “geroni” (ghiaioni) alla cima del monte Stivo [2079 m]. Da questo punto inizia la discesa, prima verso la Madonnina di Cima Bassa [1678 m] e poi verso Passo Bordala [1267 m], per dirigersi successivamente verso Malga Somator. Si prosegue verso Nagustel e poi verso il monte Faè dove, attraversate le trincee, inizia l’ultimo tratto di discesa verso l’arrivo, previsto alle scuole medie di Mori di via San Giovanni XXIII.

Programma


Sabato 12 novembre 2016

  • 18:00 – 20:00 consegna pettorali, chip e pacco gara presso le scuole medie Malfatti, via San Giovanni XXIII n°1 Mori (TN)
  • 19:00 briefing pre gara in zona consegna pettorali.

Domenica 13 novembre 2016

  • 7:00 – 7:45 consegna pettorali, chip e pacco gara presso le scuole medie Malfatti, via San Giovanni XXIII n°1 Mori (TN)
  • 8:10 punzonatura atleti e briefing pre partenza in piazza Cal di Ponte, Mori (TN)
  • 8:30 partenza da piazza Cal di Ponte, Mori, della 1^ edizione della OXEEGO – STIVO ON THE ROCK Sky Marathon
  • 12:00 arrivo dei primi atleti presso le scuole medie Malfatti di Mori, via San Giovanni XXIII n°1
  • 12:00 apertura del servizio ristorazione in zona arrivo
  • 14:00 intrattenimento con musica dal vivo ed esibizione di parapendio
  • 16:00 premiazioni
  • 16:30 tempo massimo di arrivo degli atleti
35

Km

2500

Dislivello +

250

Iscrizioni

6

Ristori

Iscrizioni


Le iscrizioni alla OXEEGO - STIVO ON THE ROCK Sky Marathon aprono venerdì 7 Ottobre 2016 e chiudono alle ore 12:00 del giorno 10 novembre 2016 o al raggiungimento del numero massimo di iscritti fissato a 250 partecipanti.

Le quote di iscrizione sono le seguenti:

  • da venerdì 7/10 € 25
  • da domenica 9/10 € 30
  • da venerdì 14/10 fino a raggiungimento n. max di 250 iscritti € 35

La quota di iscrizione comprende:

  • pettorale
  • pacco gara
  • servizio di cronometraggio con chip a perdere
  • invio risultati tramite e-mail e diploma scaricabile on-line
  • n.6 ristori sul percorso + n.1 ristoro finale
  • n.1 buono pasto per pasta-party
  • servizio docce
  • parcheggio gratuito nei pressi dell’arrivo
  • servizio di assistenza medica sul percorso e all’arrivo
  • intrattenimento con musica e esibizioni

In caso di annullamento della gara per cause di forza maggiore o di impossibilià dell’atleta a partecipare alla manifestazione, non è previsto alcun rimborso della quota di iscrizione.

Servizio di cronometraggio con chip a cura di
wedosport

Regolamento


Partecipazione

Alla 1^ edizione della OXEEGO – STIVO ON THE ROCK Sky Marathon possono partecipare tutti gli atleti che in data 13 novembre 2016 abbiano compiuto 18 anni di età e siano in possesso di certificato medico valido per l’attività agonistica (atletica) in corso di validità. Copia del certificato medico deve essere allegata, secondo indicazioni, al momento dell’iscrizione on-line. La gara prevede un numero massimo di 250 partecipanti.

Non saranno in alcun modo accettate iscrizioni da parte di atleti che stiano scontando squalifiche per doping in qualunque disciplina.

Materiale obbligatorio

Tutti gli atleti, pena la squalifica, sono tenuti ad avere con sé durante tutta la durata della gara il materiale obbligatorio.

Materiale obbligatorio:

  • Zaino
  • Giacca impermeabile
  • Strato termico
  • Pantalone sotto il ginocchio o lungo
  • Guanti
  • Berretto o Buff
  • Frontalino
  • Telo Termico
  • Cellulare

Materiale consigliato:

  • zaino o marsupio che possa contenere il materiale obbligatorio e non
  • pantavento
  • guanti e berretto
  • telefono
  • coperta termica
  • riserva idrica e alimentare
  • bastoncini

E’ consentito il cambio materiale solo presso i punti di ristoro. L’atleta che venisse sorpreso a ricevere assistenza personale al di fuori di tali punti sarà squalificato.

Pettorale e Chip

I pettorali saranno consegnati il giorno precedente la gara e la mattina prima della partenza negli orari e nelle sedi indicate nel programma della manifestazione. Il pettorale, pena squalifica, deve essere portato in modo ben visibile durante tutta la durata della gara. Il chip è integrato nel pettorale e permette la registrazione automatica o mediante spunta manuale (intertempi) dei passaggi degli atleti lungo il percorso e la formulazione delle classifiche finali. Alla partenza, arrivo e nei punti di controllo intermedi ogni concorente deve accertarsi di essere stato registrato.

Cancello orario, tempo massimo di arrivo e servizio scopa

Il tempo massimo per concludere la gara è di 8 ore (partenza ore 8:30 - arrivo entro le ore 16:30). Dopo tale termine non saranno più garantiti i servizi di assistenza.

E’ fissato un cancello orario in andata a Passo Bordala (km 14,5) dopo 4 ore di gara (partenza ore 8:30 – cancello ore 12:30). Gli atleti che transiteranno da questo punto dopo tale orario saranno considerati fuori gara e dovranno consegnare il pettorale ai volontari del punto di cronometraggio. Gli atleti esclusi dalla competizione saranno indirizzati lungo il percorso di ritorno della gara che li porterà verso l’arrivo.

E’ previsto un “servizio scopa” che chiuderà la gara dopo il passaggio dell’ultimo atleta. Gli addetti a tale servizio hanno la facoltà di fermare un atleta in qualsiasi momento ritengano opportuno, anche non in corrispondenza del cancello orario, provvedendo a organizzare il rientro dello stesso in zona arrivo.

Ritiri

In caso di ritiro di un atleta lungo il percorso, il concorrente è obbligato, appena ne ha la possibilità, a recarsi al più vicino ristoro o punto di controllo e a comunicarlo all’organizzazione. Nel caso di mancata comunicazione di un ritiro e dell’avvio delle ricerche del concorrente, ogni spesa derivante da tale attività sarà a carico dell’atleta stesso.

Sicurezza e assistenza medica

Lungo il percorso saranno presenti volontari dell’organizzazione che vigileranno sulla sicurezza e sulla buona riuscita della gara. I tratti più impegnativi del tracciato saranno presidiati da uomini del Soccorso Alpino.

E’ prevista l’assistenza medica: nei seguenti punti sarà presente un’ambulanza con personale sanitario:

  • Passo Bordala andata (km 14,5)
  • Passo Bordala ritorno (km 23)
  • Arrivo (km 35)

Ogni atleta, con la partecipazione alla gara, si impegna a rispettare le decisioni prese dall’organizzazione e dai soccorritori durante la gestione di una qualsiasi forma di emergenza che dovesse presentarsi nel corso della manifestazione.

Squalifiche e reclami

L’organizzazione può, a suo insindacabile giudizio, squalificare un atleta nei seguenti casi:

  • assenza del materiale obbligatorio
  • mancato passaggio ad un posto di controllo
  • utilizzo di un mezzo di trasporto durante la gara
  • doping o rifiuto di sottoporsi ad un controllo antidoping
  • scambio di pettorale
  • tagli di percorso
  • assistenza personale al di fuori dei punti di ristoro
  • mancata assistenza ad un altro concorrente in difficoltà
  • abbandono di materiale o rifiuti lungo il percorso
  • insulti, maleducazione o minacce nei confronti dei componenti dell’organizzazione o dei volontari
  • rifiuto di farsi visitare da un medico dell’organizzazione in qualunque momento della gara
  • mancato ottemperamento delle indicazioni del personale dell’organizzazione, del Soccorso Alpino e del personale sanitario.

I reclami sono accettati esclusivamente in forma scritta e vanno presentati ai responsabili dell’organizzazione, entro e non oltre 30 minuti dall’annuncio ufficiale dei risultati della gara, contestualmente al versamento di una cauzione di € 50 che sarà restituita in caso di accoglimento.

Ristori e pasta party

Lungo il percorso sono presenti 6 ristori, 2 punti acqua e 1 ristoro finale nei seguenti luoghi:

  • 1° ristoro: solido e liquido → Manzano 707 m (km 6)
  • punto acqua: fontana → Corniano 1000 m (km 7,5)
  • 2° ristoro: solido e liquido → Monte Biaena 1610 m (km 10,5)
  • 3° ristoro: solido e liquido → Passo Bordala 1267 m (km 14,5)
  • 4° ristoro: liquido → Monte Stivo 2079 m (km 17)
  • 5° ristoro: solido e liquido → Passo Bordala 1267 m (km 23)
  • 6° ristoro: solido e liquido → Passo Faè 923 m (km 29)
  • punto acqua: fontana → località Acqualù 690 m (km 30)
  • ristoro finale: solido e liquido → arrivo via San Giovanni XXIII 205 m (km 35)

In zona arrivo, presso le scuole medie Malfatti, via San Giovanni XXIII, è previsto il pasta party, con servizio ristorazione aperto anche agli accompagnatori.

Parcheggi e servizio docce

In zona arrivo, via San Giovanni XXIII, sono presenti parcheggi gratuiti.

Il servizio docce è garantito presso lo stadio comunale di Mori, raggiungibile a piedi dalla zona arrivo.

Premiazioni

Le premiazioni avverranno alle scuole medie Malfatti, zona arrivo, ad ore 16:00. Saranno classificati tutti gli atleti che raggiungeranno il traguardo entro il tempo massimo stabilito di 8 ore (partenza 8:30 – arrivo 16:30). Saranno premiate le seguenti categorie:

Classifica assoluta:

  • primi 10 uomini
  • prime 10 donne

“Cronoscalata dei Geroni” (Passo Bordala – monte Stivo)

  • miglior tempo maschile
  • miglior tempo femminile
  • Non sono previsti premi in denaro

Scarica il regolamento

foto stivo on the rock

Percorso


  • 08.30
    -
    Start

    Partenza

    Piazza Cal di Ponte di Mori

    8:30 partenza della 1^ edizione della OXEEGO – STIVO ON THE ROCK Sky Marathon

  • 12.30
    Cancello

    Cancello

    Passo Bordala

    Passaggio entro le ore 12.30 (km 14,5)

  • 16.30
    -
    Finish

    Arrivo

    Scuole medie Malfatti Mori

    16:30 Tempo massimo arrivo atleti

Percorso dettagliato


La partenza della gara è prevista domenica 13 Novembre 2016 ad ore 8:30 dalla piazza Cal di Ponte di Mori (TN) [200 m]. Si attraversa il centro storico del paese passando per via Gustavo Modena, via Teatro, via Filzi, via Salvotti, piazza Santa Maria A Bindis, via San Bernardino e via della Lasta dove, in località Forno, si svolta a dx abbandonando l’asfalto e imboccando il sentiero della Lasta. Si percorre lo stesso per poche centinaia di metri, imboccando a sx il sentiero delle trincee del Nagià-Grom che si presentano subito ripide e impegnative.

Il percorso si sviluppa per circa 4 km nei quali gli atleti devono affrontare scale, trincee, ponti e gallerie della Prima Guerra Mondiale. Raggiunta la vetta del monte Nagià-Grom [787 m] parte la ripida discesa che in 500 m porta all’abitato di Manzano [705 m], dove si trova il primo ristoro (km 6 – 1° ristoro: solido e liquido). Si attraversa il paese per via Santa Barbara, Piazza Italia, via 3 Novembre, via Armani, via Alla Salita, via Corgnano, via Romana e via 8 Giugno fino ad incrociare la S.P.45. Attraversata la strada provinciale, subito a dx si imbocca il sentiero della Polsa che porta rapidamente in località Pianezze, sotto l’abitato di Corniano. Di qui una ripida rampa cementata conduce al piccolo borgo [1000 m] (km 7,5 – punto acqua: fontana), attraversato il quale, si imbocca a dx la strada forestale che in poche centinaia di metri porta al Lazzaretto (dove si trova la grotta nella quale venivano relegati gli appestati durante l’epidemia del 1630) fino a ricongiungersi con la strada asfaltata che sale da Corniano verso Malga Somator. Seguendo l’asfalto si giunge al capitello di San Bernardo [1227 m] dove a sx si imbocca un sentiero che prima per terrazzamenti e poi per bosco porta alla ex Malga Grigolli [1300 m]. Di qui, attraversato l’ampio prato, si prosegue su traccia nel sottobosco che porta ad intersecare il sentiero SAT che sale da Malga Somator e che conduce alla cima del monte Biaena [1610 m] (10,5 km - 2° ristoro: solido e liquido).

Dalla vetta inizia la scorrevole discesa lungo il sentiero de le Laste che in circa 2,5 km porta in località Dos dei Laresi [1283 m] dove si intercetta la strada asfaltata che va da Malga Somator a Passo Bordala. Si segue l’asfalto per circa 1 km, attraversando la vasta piana coltivata ad ortaggi, fino a Passo Bordala [1267 m] dove si trova il ristoro (14,5 km – 3° ristoro: solido e liquido), il punto di assistenza medica, il 1° punto di cronometraggio intermedio e il cancello orario con limite massimo ad ore 12:30 (4 ore di gara). Gli atleti che rimarranno fuori dal cancello orario saranno deviati lungo il percorso di rientro della gara, senza poter affrontare l’ultima salita. Da qui parte la “Cronoscalata dei Geroni” che stabilirà il miglior tempo di ascesa alla vetta del monte Stivo [2079 m] (17 km). Da Passo Bordala si imbocca la strada forestale, con indicazione monte Stivo. Dopo circa 800 m di falsopiano si abbandona la strada forestale e si prosegue su sentiero che sale per ripido bosco fino ad arrivare alla base dei ghiaioni.

Di qui inizia il tratto più impegnativo del percorso. La traccia risale in modo decisamente verticale per 2 km con 800 m D+ completamente su ghiaioni. Durante la salita gli atleti sono invitati a prestare massima attenzione a non far cadere massi a valle. Questo tratto verrà attrezzato con corde fisse per facilitare la progressione in sicurezza degli atleti e sarà supervisionato degli uomini del Soccorso Alpino.

Raggiunta l’anticima, poche decine di metri di cresta conducono alla vetta del monte Stivo [2079 m] (17 km – 4° ristoro: idrico) dove sarà allestito un punto acqua, il 2° punto di cronometraggio intermedio e il traguardo volante della “Cronoscalata dei Geroni”. La discesa, prima su dorsale e poi su comodo sentiero tra i mughi, conduce alla Madonnina di Cima Bassa [1678 m] (19,5 km). Di qui il sentiero diventa più impegnativo perdendo quota rapidamente e attraverso vari tornanti si ricongiunge alla strada forestale, precedentemente percorsa nel verso opposto per accedere ai ghiaioni. Si percorre a ritroso la forestale fino a giungere nuovamente a Passo Bordala [1267 m] (23 km – 5° ristoro: solido e liquido; punto di assistenza medica). Attraversata la strada asfaltata S.P. 88 si percorre ancora un tratto di percorso in comune fino a Maso Muriei, dove sulla sx si imbocca una strada di campagna che attraverso campi, con poco dislivello, porta prima al Dos dei Laresi e poi, ritornando su asfalto, a Malga Somator (1314 m).

Si prosegue fino a località Veano (26,5 km), dove con secca svolta a sx si imbocca una ripida forestale che conduce velocemente a località Nagustel e successivamente al passo Faè [923 m] (29 km - 6° ristoro: solido e liquido) dove si attraversa, circa all’altezza dei campi da tamburello, la strada S.P. 45 che da Lenzima va a Nomesino. Si prosegue verso l’ultima piccola salita di giornata alla cima del monte Faè [965 m]. Un breve passaggio in trincea, seguito da un ripido sentiero in discesa porta prima ad attraversare la strada forestale, che collega Lenzima a Nomesino, e poi a giungere in località Acqualù [690 m] (30 km – punto acqua: fontana). Di qui si svolta a dx su strada asfaltata per poche centinaia di metri, poi una curva a sx conduce verso la val del Salim, dove la ripida discesa su sentiero porta alla piana di Zele. Altra curva a sinistra, un km in falsopiano in salita e si arriva ad imboccare a dx il sentiero di rientro della famosa via attrezzata Montalbano Ottorino Marangoni. 2 km di sentiero tecnico conducono dapprima al Santuario di Moltalbano [291 m] (33,5 km) e successivamente, attraverso vicolo Molina, all’abitato di Mori. Svoltando a sx si percorre via Roma, fino a raggiungere la scalinata che sulla dx ci conduce al sottopasso pedonale che porta in località Seghe I. Da qui tenendo la dx si imbocca la pista ciclabile che conduce alle scuole medie Malfatti dove è previsto l’arrivo [205 m] (35 km).

foto stivo on the rock

Contatti


S.A.T. Società Alpinisti Tridentini sezione di Mori
Via della Cooperazione, 18
38065 Mori, Italia

stivontherock@gmail.com

Jessica 3286164426
Christian 3492560893

Richiesta informazioni